Campagne email per hotel: consigli pratici per impostarle

 

Qual’è il miglior modo per impostare una campagna di email marketing per hotel?

Ci sono diversi modi per promuovere il proprio hotel online: siti web, campagne Adwords, pagine Facebook con post sponsorizzati e così via. Ma uno strumento rimane su tutti uno dei più diretti e con il potenziale più alto: l’email marketing. Le campagne di email marketing per promuovere la propria struttura rappresentano sicuramente uno dei mezzi che ad oggi è tra le attività più performanti, se svolta correttamente. Una email di questo tipo, nel settore chiamata anche “dem”, deve essere impostata in modo da coinvolgere l’utente e portarlo al clic al suo interno, quindi al proprio sito o alla pagina dedicata. L’efficacia di una campagna di questo tipo dipende da molti fattori, certamente il potenziale è alto: è possibile inviare un messaggio ad un target di potenziali clienti più o meno targettizzati ottimizzando quindi l’investimento.

La scelta della piattaforma di email marketing online

Su internet ci sono diversi portali che danno la possibilità di acquistare pacchetti mensili per la gestione e l’utilizzo di piattaforme di email marketing, come Mail Up o MailPro. Il funzionamento è più o meno lo stesso: una volta registrati ed entrati con le proprie credenziali di accesso, è possibile caricare un file xls con i propri contatti e realizzare quindi delle email tramite template precaricati (o realizzando la grafica da zero) da inviare poi a queste liste. Inoltre, alcuni di questi siti danno la possibilità di acquistare anche pacchetti di contatti a cui indirizzare questi messaggi.

Tutti questi portali danno la possibilità di monitorare gli invii fornendo delle statistiche in merito a clic ottenuti, aperture delle email, open rate e molto altro. In alternativa a queste piattaforme, è possibile affidarsi ad agenzie specializzate che possono occuparsi della creazione della email con html, caricarla sulla propria piattaforma e mandarla ai propri database di utenti.

Impostare una email: testo e grafica

Le piattaforme di email marketing danno la possibilità di avvalersi di template, ovvero modelli, preimpostati, facili da modificare nei loro contenuti. Uno volta scelto un modello, è possibile intervenire nei “cassetti” e modificare i testi, le call to action (ovvero i bottoni legati ad un link) e le immagini, nel contenuto e nel posizionamento degli elementi.

Le email devono essere impostate diversamente a seconda dello scopo:

 

  • email di presentazione della propria struttura: nel caso in cui si possedesse una lista di contatti a cui bisogna presentare la propria struttura, la mail deve contenere un bel testo di presentazione, delle foto accattivanti e una call to action chiara che rimandi al proprio sito. Può essere utile inserire una promo dedicata per l’inaugurazione della struttura o per chi cliccasse sulla mail e decidesse di prenotare grazie a questo canale;
  • email di ringraziamento vecchi clienti: quando un cliente visita la propria struttura, è bene recuperare i suoi contatti in modo da coltivare la relazione che è andata instaurandosi durante il suo soggiorno e dedicare loro comunicazioni ad hoc in modo da aumentare l’engagement e fidelizzarli. L’obiettivo è duplice: incentivare il loro ritorno e il passaparola. Per i vecchi clienti si può pensare ad una email che, oltre a ringraziarli di aver visitato la struttura, possa spingere a diverse call to action:

lasciare un feedback o diventare follower sulle proprie pagine social, inserendo un link alla pagina Facebook, Twitter o Instagram;

prenotare la prossima vacanza, inserendo un link alla pagina di prenotazione del proprio sito (perchè non inserire una promo per quei clienti che vogliono tornare?)

dare uno sguardo alle novità e offerte se presenti nella home o in una sezione dedicata nel proprio sito, ad esempio “news”.

  • email di auguri festività: In occasione di festività come Pasqua o Natale, periodi in generale di bassa stagione (fatta eccezione per le località montanare che in Dicembre registrano picchi di turisti interessati a mercatini di Natale e sciate in pista), dedicare un pensiero ai propri clienti può rivelarsi anche una manovra di marketing molto utile. Che si decida di inserire in una email dedicata una promo o meno, l’idea che la struttura si ricorda dei propri ospiti, lascia passare un messaggio positivo. Una mail con una bella immagine di Natale o di Pasqua, meglio ancora se immortala lo staff della struttura, riporta all’attenzione dell’ospite i ricordi del proprio soggiorno e potrebbe spingerlo a prenotare di nuovo;
  • email promozionale: in generale, una email promozionale può essere dedicata sia ai vecchi che ai nuovi clienti. E’ molto importante prestare attenzione a come viene veicolata la promozione: va bene inserire percentuali di sconto, ma bisogna essere onesti e trasparenti. Se un 50% di sconto è vincolato ad un soggiorno temporale minimo, è bene specificarlo subito, o l’ospite potrebbe sentirsi preso in giro. In generale, il contenuto della mail dovrebbe presentare una bella immagine, magari con la percentuale di sconto in evidenza, seguita da un testo che mostri il funzionamento della promozione, quindi un bottone con link alla pagina di prenotazione del proprio sito.

Scegliere l’oggetto giusto

La definizione dell’oggetto non è semplice come si può pensare. Un oggetto contenente parole rischiose come “gratis”, “offerta” o “regalo” caratteri tutti maiuscoli o punti esclamativi può portare il provider di posta a incasellare la email in spam, con il rischio che l’utente la cestini o non la veda mai. In generale l’oggetto deve essere breve (è meglio non superare le dieci parole), chiaro, preciso, con parole e concetti di immediata comprensione e riconoscibilità.