Instagram per il turismo

 

Perchè è importante utilizzare Instagram per il turismo

Instagram, il social network dedicato alle immagini, in Italia conta 14 milioni di persone iscritte, che ogni giorno seguono e postano le proprie foto per raccontare le proprie esperienze.

Lo ha comunicato il co-fondatore della piattaforma, Mike Krieger, nel corso della sua visita ufficiale in Italia a giugno. Inoltre l’hashtag #instatravel, il più usato dagli instagramer quando si tratta di condividere racconti di viaggi e vacanze, ha avuto nel giugno 2017 quasi 39.1 milioni di ricorrenze.

Questi dati danno l’idea di quanto grande sia ormai la community, potenziale clientela per tutte quelle strutture turistiche che possono sfruttare il social fare brand awareness e attrarre nuovi clienti.

Instagram è infatti perfetto per il turismo: si focalizza sui contenuti visuali e offre poche distrazioni agli utenti. Tra l’altro gli utenti di Instagram sono tra i più attivi nel panorama dei social network.

Il meccanismo che smuove Instagram si può definire di tipo fiduciario e imitativo: oggi infatti la scelta della destinazione di un viaggio viene influenzata, oltre che dal passaparola, anche da coloro che hanno già visitato certi luoghi documentando tutto sui loro profili social, i cosiddetti influencer, ma non solo.

Un hotel che pubblica costantemente contenuti ed è in grado di attrarre un gran numero di follower è certamente percepito come una realtà interessante per i tanti utenti del social.

L’investimento per una struttura ricettiva in un social network come Instagram è relativo solo al tempo impiegato per la definizione di una strategia social per ottenere il massimo dalla community e per la pubblicazione dei post.

Ci sono certamente degli strumenti a pagamento che possono contribuire ad avere dati e statistiche sul proprio account Instagram, la cui attivazione rimane comunque gratuita.

 

La presenza di un hotel su Instagram

instagram per il turismo

Per un hotel essere presente su Instagram vuol dire raccontarsi ad immagini ed avere così l’opportunità di creare engagement spontaneo dalla condivisione delle proprie foto.

L’applicazione nasce nel 2010 ed è stata acquistata nel 2012 da Facebook per 1 miliardo di dollari, cifre da capogiro giustificate però dal livello di feedback che la piattaforma può registrare ogni giorno a livello nazionale e mondiale.

Le immagini che un hotel dovrebbe pubblicare possono riguardare le stanze, gli spazi esterni, la cucina e i piatti, ma in generale devono essere evocative ed emozionali.

I soggetti devono raccontare qualcosa della struttura e mostrare tutto ciò che la contraddistingue, lasciando comunque spazio all’immaginazione e alle aspettative.

Fondamentale è la costanza: pubblicare regolarmente serve per stabilire un rapporto di fiducia con coloro che seguono l’account, anche se la struttura è chiusa (la struttura potrebbe documentare cosa accade nel territorio mentre è chiusa o come lo staff si sta preparando alla prossima stagione).

 

Creare un account Instagram

registrarsi su instagram

Alla creazione di un account deve seguire una gestione costante nel tempo, è inutile lasciarlo “immobile”: Instagram è stato pensato per condividere e per mostrare immagini sempre nuove, che devono essere postate con regolarità.

Avere un profilo con le stesse foto per 6 mesi non giova alla struttura, che viene percepita come non aggiornata e disinteressata.

L’account deve avere uno username riconoscibile e in linea con tutti gli altri account social, la biografia deve essere completa e che per gli hotel dovrebbe essere almeno in due lingue (italiano, inglese) o solo in inglese in base al tipo di target che si intende raggiungere, insieme al sito Internet (del resto l’obiettivo finale di un account social come di qualsiasi attività sul web è quella di aumentare le prenotazioni).

I post devono essere seguiti da hashtag (parole precedute da cancelletto che vanno a riferirsi al tema o all’argomento del post, una sorta di etichette) che possono essere quelli di tendenza creati da altri oppure hashtag personalizzati che gli ospiti potrebbero condividere in modo da aumentare la diffusione della notorietà e lavorare sull’engagement.

 

Ottimizzare il proprio profilo: Iconosquare

iconosquare per hotel

Ci sono diversi servizi che consentono di capire l’andamento della propria attività di sharing e forniscono validi strumenti per aumentare il coinvolgimento dei propri follower, uno di questi è Iconosquare, una popolare piattaforma web per Instagram che permette di poter osservare diverse statistiche del proprio profilo, scrivere commenti alle foto e molto altro ancora.

E’ la piattaforma di riferimento per poter osservare una serie di statistiche relative alla pagina Instagram e averne una visione dettagliata e approfondita. Questa applicazione fornisce gli analytics della piattaforma, con le metriche e le misure esatte di ciascun post pubblicato.

Il servizio permette di capire quali dei propri hashtag sono i più seguiti e popolari, un vero e proprio strumento di misura dell’engagement, che indica anche chi sono i seguaci che commentano di più, quali sono gli orari che riscuotono il maggior successo, la qualità della gestione dell’account e info sulla crescita e perdita dei follower e molte altre informazioni che la struttura turistica può sfruttare a proprio vantaggio. Ci sono diversi piani con pagamento annuale, dal plus all’enterprise, con possibilità di periodo di prova gratuita iniziale.