Il sito web per le strutture ricettive

 

Essere presenti su internet per un’azienda di qualunque tipo è ormai elemento fondamentale per la propria strategia comunicativa, ancora più importante è un sito web per le strutture ricettive.

Un utente che cerca un hotel, un albergo o un b&b si aspetta infatti di trovare informazioni dettagliate relative alla struttura.

Descrivere al meglio la posizione, il territorio, le camere e i servizi con foto e testi accattivanti, faranno si che il sito web di una struttura diventi interessante e accompagni il potenziale ospite ad effettuare una prenotazione diretta, senza dover passare da portali e siti web esterni.  

Anche se la diffusione dei comparatori come Booking.com potrebbe far pensare al sito come ad uno spazio obsoleto, gli utenti che notano l’assenza di un sito web dietro ad una struttura ricettiva la valutano diversamente rispetto ad un’altra che ha un sito moderno, chiaro e completo.

Secondo dati recenti dell’Osservatorio innovazione digitale nel turismo del Politecnico di Milano, il 28% delle prenotazioni proviene tramite le Ota, il 18% via mail e il 10% direttamente attraverso il proprio sito o i canali social. Ne consegue che il sito è fondamentale anche per la raccolta delle prenotazioni, che procura in parte.

Uno dei pregiudizi dilaganti vede il sito web di un hotel come fosse una “vetrina” assimilabile ad una brochure, mentre se impostato correttamente, con un occhio alla modernità e alla giusta strategia, potrebbe diventare un valido strumento di reperimento delle prenotazioni.

Il sito web di un hotel ha bisogno di contenuti e tariffe competitive, ma anche di dinamicità e di un posizionamento strategico da conquistare sui motori di ricerca.

 

La sitemap del sito

sezioni sito hotel

Quando si parla di sitemap si fa riferimento alla mappa che identifica le sezioni di un sito. Non è necessario realizzare 20 sezioni con contenuti strabordanti, piuttosto è preferibile elaborare poche sezioni con i giusti contenuti. Tra queste, quelle che non dovrebbero mai mancare oltre alla homepage sono:

chi siamo

è una pagina di presentazione, che può anche essere denominata “hotel”,”albergo”, “b&b” a seconda del tipo di struttura . Al suo interno, è bene inserire qualche accenno di storia e le caratteristiche che la rendono unica;

stanze

in questa sezione devono essere presentate le stanze disponibili, quindi è fondamentale inserire delle belle immagini con una didascalia e testi descrittivi con i dettagli dei servizi previsti in camera;

tariffe

in questa sezione devono essere presentate le tariffe stagionali della struttura ed eventualmente dovrà essere aggiornata con promozioni attive temporaneamente. Attenzione però a non limitarsi ad inserire una tabella con i prezzi: come ogni pagina del sito, deve essere presente un testo contenente delle parole chiave in grado di indicizzare la sezione, per cui lo schema delle tariffe dovrebbe essere preceduto da una presentazione testuale (con parole come “hotel economico” o “hotel di lusso” a seconda della categoria di riferimento);

contatti

in questa sezione, come da denominazione, devono essere presenti i contatti diretti della struttura, come indirizzo email e numero di telefono, ed eventualmente un form di contatto per la richiesta di informazioni. Anche in questo caso deve essere presente un testo contenente parole chiave come “preventivi hotel”, “contatti hotel” e così via;

dove siamo

pagina dedicata alla localizzazione, che dovrebbe fornire le indicazioni su come raggiungere la struttura e pertanto deve presentare parole chiave come “hotel località”, “hotel regione” e così via.

 

I testi del sito

testi per sito web hotel

Tutti i testi che andranno a comporre il sito web di una struttura ricettiva devono essere pensati per essere letti il più facilmente possibile.

Una pagina composta da 1000 parole è destinata ad essere abbandonata prima di arrivare alla quarta riga. Un testo di 500 parole, suddiviso in 2 o 3 paragrafi, è più che sufficiente.

All’interno di ogni singola pagina bisogna includere le parole chiave che vogliamo vadano ad identificare quella specifica sezione, in modo che questo possa aiutare i motori di ricerca a indicizzarle al meglio.

Per quanto riguarda la sintassi e la morfologia, non bisogna dimenticare che non si tratta di una brochure: il sito web richiede contenuti diversi da quelli destinati alla carta, proprio perchè la soglia di attenzione può subire una brusca virata al primo segnale di noia.

Testi standard e preconfezionati non comunicano mai nulla di nuovo ai possibili ospiti: la struttura turistica deve sapersi raccontare, deve trasmettere una storia e attrarre l’attenzione di un utente che potrebbe rimanere sul proprio sito per pochi secondi.

Al bando pertanto formule come “team giovane e dinamico” oppure “hotel accogliente”: meglio raccontare perchè quella struttura è diversa dalle altre e perchè un ospite dovrebbe sceglierla tra le migliaia a sua disposizione nei paraggi.

 

Immagini di qualità

foto hotel belle

Anche le immagini sono importanti: foto scattate dal cellulare non possono finire nelle sezione del sito di un hotel, che non verrebbe giustamente valorizzato.

Così come immagini di alta qualità devono poter raccontare la bellezza del posto, oltre agli elementi presenti in stanza. Non basta fare una foto della reception: bisogna saperne cogliere gli elementi tali da catturare l’attenzione degli ospiti.

Per cui sì alle panoramiche della sala ristorante e ai piccoli dettagli floreali dell’ingresso, no invece alle foto dei dettagli delle camere (meglio delle foto allargate della stanza in modo da dare la giusta impressione dello spazio al cliente). Chiaramente quando l’hotel subisce una ristrutturazione è fondamentale aggiornare le foto, altrimenti il rischio è di dare agli ospiti un’immagine sbagliata.